Daniela Persico. Tra critica e recensioni

Abbiamo avuto l’opportunità di scambiare qualche parola con Daniela Persico, la sentinella del Festival.

In cosa consiste il suo lavoro?

Lavoro tutto l’ anno per il Festival, attraverso vari progetti: organizzo un progetto che si concentra in tre giorni in primavera in cui si discute, assieme a un ospite, come i film, che sono poi composti da immagini e parole, vengono di volta in volta ricreati (vedi i dettagli). In più mi occupo di gestire LocarnoDaily, e organizzo la Critics Academy, ovvero che dodici ragazzi hanno la possibilità  di venire qui a Locarno, sono i dodici giovani migliori critici di tutto il mondo (vedi i dettagli).

Lorenzo Buccella ci ha detto che lui è il vigile urbano dei LocarnoDaliy, lei cos’ è in tutto questo traffico?

Io sono più una sentinella, essendo fra chi vede il film e chi ne deve scrivere, quindi percepisco quello che le persone pensano degli eventi e quindi in qualche modo posso dare un resoconto di ciò che sta avvenendo al festival, se sta andando bene o no, ascolto i pareri di chi lo vive.

Come si scrive un articolo?

Oh mamma mia… questa è difficile! Dipende dal tipo di articolo, la cosa importante è ricordare che chi legge non vuole sapere un tuo parere ma vuole avere delle informazioni. Se invece si deve scrivere di un film la cosa più importante è riuscire ad aiutare il pubblico a  farsi una propria idea sul film.

Che gerarchia c’è nella redazione?

Allora… in quella del LocarnoDaily Lorenzo dirige tutto, i tempi sono molto stretti, c’è anche molta libertà di intervenire e proporre progetti. 

Invece in una redazione di un grande giornale? Purtroppo a volte ci sono responsabili che non ascoltano le idee dei loro dipendenti, in una redazione ideale invece sarebbe molto bello se ci fosse uno scambio, i capi redattori stanno in redazione mentre i giornalisti sono qui.

E  durante il resto dell’anno cosa fa?

Lavoro quasi tutto l’anno per il Festival, ma anche per altri festival in Italia.

Cos’è per lei un bel film?

Per me un bel film è un film che mi provoca, mi fa cambiare idea, perché mi fa vedere il mondo in maniera diversa oppure anche perché mi fanno anche vivere me stessa. I bei film sono anche quelli che ti fanno sentire speciale, quelli che ti fanno scoprire dei sentimenti che non provavi da tempo.

Cosa invece la dà fastidio vedere in un film?

Mi dà fastidio un film che non mi stupisce per niente. Non mi piacciono quei film che forse funzionano anche bene e la trama è bella, ma che te li dimentichi dopo dieci minuti. 

 

Intervista a cura di Chiara e Elisa.